Le ragioni scientifiche per cui l'apocalisse zombi è impossibile....o quasi!


The Walking Dead, o La Morte che Cammina. Siamo tutti concordi sul fatto che gli zombi sono morti, ma possono camminare? Quanto durerebbe in realtà un apocalisse zombi? Come possiamo spiegare il tornare in vita di un morto? Questi sono solo alcuni dei quesiti che mi ponevo da ragazzino quando vedevo i film di Romero, e con gli anni mi sono finalmente dato delle risposte. Partiamo dall'inizio.

-Come tornano in vita i morti?

Nel mondo reale non c'è speranza di fuggire alla morte, tutti noi ci dobbiamo passare. Ma nei nostri film preferiti può capitare di tornare in vita e aver fame di cervelli! Le cause di tale risveglio sono tante: virus (anche alieni), possessioni demoniache, riti magici, parassiti, droghe, ecc. 


Quasi la totalità delle storie però punta sul virus, forse perché è scientificamente plausibile? Io non credo! Dal mio punto di vista è molto più probabile il rito voodoo. Ma procediamo con calma. Cos'è in realtà un virus?

In altro a destra, lo stupro del virus sulla vostra cellula!
E' qualcosa di estremamente fastidioso che non possiamo vedere ma che un paio di volte all'anno ci procura diversi disturbi intestinali e costipanti raffreddori! Ma dimentichiamo che un virus è anche un parassita e i parassiti non possono vivere e prosperare da soli. Un virus è composto da poche e semplici parti, il capside che contiene il DNA o RNA e il resto del corpo che serve letteralmente a stuprare le vostre cellule! Infatti i virus non hanno la capacità di riprodursi da soli perché non posseggono le strutture adatte, per questo penetrano nelle vostre cellule e le inducono a creare nuovi virus partendo dal DNA\RNA che trasportano! Detto questo, dobbiamo necessariamente capire che il virus ha bisogno di mantenere in vita l'ospite finché non si trasmette ad un altro. Ed è molto diverso dal morto che cammina, perché una volta morto l'ospite il virus non ha niente su cui prosperare!

-Come diamine fanno a deambulare?



Questa è la domanda che ha meno senso, un corpo morto non può assolutamente muoversi. Il nostro corpo è la macchina perfetta per eccellenza, tutto funziona in maniera armoniosa e tutto fa capo al cervello umano, se manca un singolo componente il cervello e il corpo muoiono. Se il cuore smette di pompare il sangue e tutti i nutrienti che trasporta non arrivano agli altri organi e si muore; se i reni non funzionano il sangue non viene depurato dalle scorie e dalle tossine e così il nostro cervello viene avvelenato e muore. E così via. Dunque come fanno a muoversi? Un normale corpo umano per muoversi mette in atto meccanismi complessi oltre inimmaginabile, anche solo per farvi muovere un dito. Parte tutto da un idea che si trasforma in impulsi nervosi, essi vengono elaborati a livello del sistema nervoso centrale e attraverso i nervi arrivano ai muscoli che ne causano le contratture che ci permettono i movimenti. Ora supponiamo che per questo misterioso virus questo meccanismo nervoso funzioni ancora, il corpo rimarrebbe ancora immobile! Perché? Perché è morto! Quando il sangue non raggiunge più i muscoli essi si irrigidiscono in un processo detto Rigor Mortis, in cui l'assenza di ATP nelle cellule muscolari causa dei ponti proteici che rendono immobile la cellula (in termini di vita si intende). Quindi io non dico che per puro miracolo non sia possibile un minimo di funzione cerebrale ma sicuro avremmo tutti zombie paralizzati che non possono muoversi. Il movimento non è necessario alla vita!

-Come si dovrebbe diffondere il virus?



Il concetto di morso per diffondere un virus è il concetto più stronzo sulla faccia della terra. Avete mai visto un qualche virus efficace diffondersi con un morso? I cani non dovrebbero essere tutti zombi affetti dalla rabbia? Ma anche no! I virus più letali si diffondono in via area, o tramite scambi di fluidi corporei. Non mi è capitato di vedere persone affette da Ebola andare in giro a mordere la gente. Aimhè basta un piccolo starnuto o un contatto con il sudore, sangue, urine e feci per contagiare le persone. I virus sono parassiti che DEVONO sopravvivere e non lo farebbero inducendo l'ospite a uno scontro fisico contro un altra creatura viva e in ottima forma.

-Quanto durerebbe un apocalisse zombie?



Da un minuto a una settimana, per essere generosi. Partiamo dalla cosa più ovvia, l'evoluzione umana. Perché noi siamo i dominatori di questo pianeta? Perché siamo i più intelligenti e sappiamo bene come uccidere le altre cose che sono su questo pianeta (zombie compresi). Non è come nei film, che succede all'improvviso e ci vediamo assalire da orde su orde di zombie, no il nostro istinto di sopravvivenza è forte.
Ma passiamo alle cose meno ovvie. Cosa ucciderebbe uno zombie in pochi giorni? Le mosche! Si proprio loro! Quelle fastidiose e inutili creature potrebbero salvarci dall'apocalisse dei morti viventi. La mosca comune viene definita anche come mosca della carne perché depone le sue uova nella carne in putrefazione, e quando le larve vengono fuori iniziano a nutrirsi della carne morta. Quindi in caso di orde zombie queste piccole creature troverebbero un campo fertile per procreare e presto ci troveremo con miliardi di mosche e zero cadavere ambulanti!
Le condizioni climatiche. Partiamo dal freddo, nelle zone del mondo dove il freddo si fa sentire uno zombie durerebbe un paio di ore, giusto il tempo del congelamento dei liquidi rimasti nel corpo per renderlo un pezzo di ghiaccio. In assenza di un corpo perfettamente funzionante per noi non è più possibile creare calore e automaticamente il congelamento arriverebbe in poche ore. Il caldo, questa è sicuramente la più divertente di tutte le possibili cause di estinzione degli zombi. Il corpo umano contiene al suo interno batteri benigni che si trovano nel nostro intestino e che, dal momento della nostra morta iniziano a divorarci dall'interno. Questo accade perché il nostro sistema immunitario muore con noi e quindi non può più regolare l'attività dei batteri. Ma cosa fanno questi batteri? Puzzette! Milioni di miliardi di puzzette! Come molti esseri viventi, i batteri quando si nutrono creano delle sostanze di scarto che nel nostro caso avvengono sotto forma di gas. A pochi giorni dalla morte effettiva del corpo, lo zombie inizierebbe a gonfiarsi finché, semplicemente....BOOOOOM!!! Esatto avete capito bene! L'intestino si strapperebbe portando alla fuoriuscita dei gas e a una possibile esplosione addominale!

Queste sono solo alcune delle domande a cui mi sono dato una risposta sul mondo dei non morti. Ma alla fine mi sono posto anche un altra domanda, è possibile un apocalisse zombie? Reale e concreta? Io credo di si, ma credo anche che possa avvenire in due modi soltanto. 
Prima di tutto poniamo dei requisiti minimi, il corpo deve essere vivo e perfettamente funzionante. Niente cadaveri mezzi mangiucchiati che camminano, ma esseri umani perfettamente vivi.
La prima reale possibilità è quella illustrata nel capolavoro per Play Station 3 "The Last Of Us". L'Ophiocordyceps unilateralis è un fungo parassitoide che è diventato famoso come una sorta di fungo controlla cervelli.
Le spore di questo fungo si diffondono all'interno dell'apparato respiratorio delle formiche e prospera finché non raggiunge il cervello, a questo punto inizia a condizionare le reazioni ai feromoni delle formiche finché non le induce a spostarsi nei luoghi umidi dove il fungo prospera meglio, a quel punto esce fuori dal cervello ed esplode seminando altre spore. In realtà anche qui ci sono considerazioni da fare, il sistema nervoso di una formica è nettamente più semplice di quello umano. Quindi il fungo dovrebbe evolversi in modo da riuscire a condizionare in cervello umano, non è mai successo ma non è un ipotesi impossibile. Se ci siamo capiti bene, però, avrete capito che in realtà questo fungo non ha interesse a uccidere il prossimo ma al contrario ha tutto l'interesse a tenere le persone in vita e a farle migrare in zone umide. All'infuori di ciò non vedremo degli uomini fungo che cercano di mangiarci.
La seconda possibilità concreta riguarda delle sostanze psicotrope. Come visto nel film "La città verrà distrutta all'alba". Qui non abbiamo dei veri e propri zombie ma in realtà persone che diventano violente. Esistono sostanze, sotto forma di droghe o farmaci capaci di condizionare i nostri stati d'animo, e possono esistere anche sostanze che stimolano la nostra parte violenta. Non c'è motivo di creare una sostanza del genere ma in linea teorica è possibile. In questo caso non vedremo i morti muoversi lentamente per le strade, ma avremo persone in preda ad una furia cieca che distruggerebbero la città in poco tempo. 



CONTINUATE A SEGUIRCI

1 commento :

  1. Ciao e complimenti per l'articolo, mi sono divertito molto! Ho deciso di realizzare un piccolo video sull'argomento, ve lo linko così mi potete dire che ne pensate:

    Apocalisse zombie: https://www.youtube.com/watch?v=TkCVa6dGaiQ

    Grazie mille e continuate così!!!

    RispondiElimina